TIA o emicrania?

Le scrivo per un problema che riguarda una mia nipote.Aveva circa 23 anni, quando una mattina si sveglio' con un forte mal di testa (dalla nuca alla sommita' del capo) e nausea; un po' piu' tardi, comincio' a vedere delle macchie scure fluttuanti davanti agli occhi e a sentire un malessere diffuso ed indefinibile.
Poi un braccio (non ricordo quale) comincio' ad intorpidirsi e lei a sentirsi sempre piu' strana, con difficolta' di parola. (mia nipote dice che le sembrava di parlare con la lingua impastata, come quando si sta per addormentarsi, ma chi l'ha ascoltata sostiene che parlava piu' lentamente e con una voce piu' bassa e "strascicata"). Si sdraio' sul letto e lentamente il disturbo passo', restando solo la nausea ed il mal di testa, che durarono fino a sera. Il medico le trovo' la pressione normale ed in apparenza nessun danno neurologico. Abbiamo pero' notato tutti che, da allora, mia nipote, che era una brillante studentessa, trova notevoli difficolta' di apprendimento (tanto che termino' con ritardo i suoi studi universitari e, nonostante abbia vissuto 2 anni all'estero, non ha imparato una sola parola della lingua straniera, al contrario del marito) e sta dimenticando anche molte cose apprese nel passato. Inoltre, fa molta fatica a riassumere brani letti. Il resto delle sue funzioni appare normale. Lei cosa ne pensa? C'e' una correlazione fra questi problemi ed il malore di qualche anno fa? Ho pensato che si fosse trattato di TIA ('attacco di ischemia transitoria'), ma mia nipote ha sempre avuto la pressione bassa. Inoltre non ha problemi cardiaci, non ha mai fumato in vita sua e i valori del colesterolo sono sempre stati nella norma. Le sarei molto grata se potesse darmi un suo parere, anche sullo sviluppo futuro di questi problemi. La ringrazio per il suo aiuto e la saluto cordialmente


Risposta:

L'episodio da lei descritto molto probabilmente era un isolato attacco di emicrania con deficit neurologici transitori, eventualmente del tipo dell'emicrania basilare. Una Tia normalmente non causa mal di testa. Forte mal di testa e nausea e anche la giovane età sono molto indicativi di emicrania che può essere accompagnata da sintomi neurologici focali come l'intorpidimento del braccio e la difficoltà di articolare le parole. Inoltre, l'emicrania si manifesta tipicamente in persone con la pressione arteriosa bassa. Molto difficile stabilire da lontano e senza altre indagini (tra cui un esame di risonanza magnetica e una completa diagnostica neuropsicologica, non so se Sua nipote sarebbe d'accordo a sottoporsi a questi esami) se ci sia un nesso tra l'episodio e le attuali difficoltà di Sua nipote. L'emicrania, anche focale, solo rarissimamente lascia deficit permanenti. Potrebbe invece essere che le difficoltà di sua nipote non siano oggettivamente 'difficolta', ma corrispondano ad un suo sviluppo normale, a un cambiamento di interessi o a fattori psicologici non legati ad un problema neurologico. L'apprendimento delle lingue richiede sforzi molto diversi di persona in persona, richiede un certo talento 'innato' e il fatto che lei non impari velocemente come suo marito per un osservatore esterno è senza alcun significato patologico. Molte volte abbiamo un bisogno di 'causalità', tentiamo di creare associazioni causali anche quando queste non esistono.
Domande e risposte