Emicrania con aura (4)

Ho 31 anni e da circa 4 anni mi capita di avere degli episodi che il mio medico ha definito emicrania con aura. Questi attacchi si svolgono nel modo seguente:
Ondine a zig-zag nel campo visivo che durano circa 20-30 minuti e poi scompaiono. Alla scomparsa delle ondine un forte senso di annebbiamento, come se avessi la testa dentro un pallone di vetro, per qualche minuto, senza mai perdere la lucidità. In seguito difficoltà ad articolare le parole per qualche minuto, perdita della sensibilità delle dita, o dell'avambraccio, o di parte della bocca, oppure del viso, finora sempre dalla parte sinistra. Alla fine di tutto, nessun forte mal di testa ma solo un leggero indolenzimento alla nuca e nella parte frontale, come quando ci sono problemi di cervicale. Finora questi episodi si sono manifestati con una frequenza di circa 4 volte l'anno. Ho fatto una visita neurologica e una risonanza, dalla risonanza non risulta niente e il neurologo mi ha diagnosticato una forma di emicrania con aura, prescrivendomi un farmaco da prendere durante l'attacco (Maxalt RPD da 10 mg). L'ultima volta all'apparire delle aure l'ho preso, le "onde" sono durate lo stesso per 30 minuti circa ma non è successo altro, solo un leggero mal di testa scomparso nel giro di un'oretta. Sono preoccupata, perché mia madre ha avuto due TIA e mia nonna un ictus ischemico, e ho una tremenda paura di avere ereditato questa tendenza.

Risposta:

Si tratta infatti di emicrania con aura in cui la cefalea è preceduta da fenomeni visivi e disturbi neurologici temporanei come quelli da lei ben descritti. L'emicrania con aura spesso si accompagna a un dolore relativamente leggero, spesso anche cervicale. I triptani come Maxalt non sono efficaci durante la fase dell'aura, bisogna assumerli nelle prime fasi del dolore. La presenza di emicrania aumenta leggermente il rischio di ischemie cerebrali, è perciò importante controllare eventuali altri fattori di rischio vascolare e non fumare, oltre ad arrivare a una terapia efficace delle crisi acute.

Domande e risposte