Emicrania basilare (3)

Ho 32 anni e da una vita che soffro di perdita di coscienza, (o svenimenti non so come chiamarli) che cominciano a manifestarsi sempre con sudorazione a freddo, pallore, un forte fischio alle orecchie, vista appannata (vedo tutto bianco), e a volte un forte dolore nella parte del collo.
La cosa che non riesco a spiegarmi, e che ancora nessun dottore mi chiarisce, è il perchè di ogni volta che riprendo conoscenza a parte la confusione, vomito fino alla fine, fino a quando non fuoriescono solo i succhi gastrici dal mio stomaco.

L'ultima perdita di coscienza e avvenuta 2 giorni fa, una cosa che non mi era mai successa prima, era circa mezzanotte, quella sera avevo deciso di dormire con mia figlia che ha 12 anni. Mi preparo per la notte, mi metto a letto guardo un po di tv,  avevo molto sonno, le palpebre erano pesanti, poi mi viene un buco allo stomaco come quando ho molta fame, quindi mi alzo vado a prendere una piccola fetta di pane ne mangio giusto 2 bocconi per far calmare il brontolio, mi rimetto a letto e accuso un dolore non forte ma fastidioso, fisso nella parte alta del lato sinistro della testa. Poi non lo so, non ricordo assolutamente nulla, mi addormento molto probabilmente, e vengo risvegliata da mia figlia che mi scuoteva forte cercando di risvegliarmi, e mi chiedeva che cosa mi era successo.
 
Le perdite di coscenza iniziano sempre con un forte fischio alle orecchie, che dura anche dopo il rinvenimento... di questi episodi nel corso della mia vita ne avrò avuti senza esagerazione più di una ventina, per non parlare di tutte quelle volte che li ho evitati sdraiandomi a terra ovunque mi trovassi, perchè ormai ho imparato a riconoscere questa specie di crisi, e dopo quest'ultima mi sono chiesta se si potesse trattare di crisi epilettiche, lei che cosa ne pensa?

Risposta:

L'associazione di cefalea, specie se unilaterale, occipitale o cervicale, sintomi vegetativi, vomito e stati di coscienza alterata fino alla perdità di coscienza suggeriscono un emicrania basilare che può causare anche gli acufeni (fischi). Va trattata come tutte le emicranie e va iniziata una farmacoprofilassi se le crisi sono troppo frequenti.

Domande e risposte