Emicrania basilare (5)

Sono uno studente universitario presso la facoltà di ingegneria. Vorrei parlare delle mie vertigini che sono incominciate 2 anni fa e tutt’ ora persistono.
Il mio problema principale è la sensazione di testa vuota, colpi alla testa associata accompagnati da nausea, vomito,leggera cefalea, tachicardia, difficoltà nel mettere a fuoco,sudorazione e pallore, molto spesso mi si intorpidiscono le braccia e accuso forti dolori alle articolazioni e formicolio alle mani, e anche instabilità nelle posizioni da seduto. Di solito la notte mi sveglio di soprassalto. Il problema è che non sono occasionali cioè pochi secondi e poi mi lasciano, ma bensì intere giornate. Infatti ho avuto grosse difficoltà soprattutto alla guida non posso nemmeno salire sopra un’auto che mi sento girare la testa. Durante tutto questo periodo ho fatto una serie di accertamenti ad iniziare da una RMN senza mezzo di contrasto all’encefalo e al tronco encefalo. Nel referto c’è scritto solamente dilatazione degli spazi subaracnoidei, della volta e della base. Ho fatto poi un Day Hospital al reparto di Otorinolaringoiatria dell’ospedale della nostra città. Ho fatto diverse indagini audiologiche e vestibolari e non si è riscontrato nulla, quindi mi hanno fatto fare pure una RMN alle rocche petrosa, ma nella risonanza non si è riscontrato nulla. Quindi lo stesso dottore ha voluto chiudere la cartella clinica. Ultimamente sono stato pure dall’oculista per fare una visita anche perché io sono ipermetrope, ma nell’indagine del fondo dell’occhio non si è riscontrato nulla nemmeno, quindi non è un problema che riguarda gli occhi. Poco tempo prima ho fatto un elettrocardiogramma ed un ecocardiogramma ed era tutto negativo. Ho fatto pure una radiografia alla colonna vertebrale, dove si presenta: una iperlordosi e raddrizzamento della cervicale.

Quello che vorrei sapere da lei dottore è se dovrei fare altri accertamenti e se quella dilatazione che si è riscontrata nella prima RMN non sia nulla di grave. Un ultima cosa molte volte, specie quando ho forti vertigini, accuso dolori al collo e alla nuca e anche mal di schiena, non potrebbe essere un fenomeno dovuto alla cervicale?

Risposta:

Probabilmente si tratta di 'emicrania basilare' per la quale sono molto tipici i dolori delle nuca e la cefalea spesso leggera che si associa comunque a disturbi importanti come lei li descrive con senso di instabilità, difficoltà di equilibrio, nausea, vomito e pensantezza delle braccia. Sono tipici anche i disurbi visivi che descrive. L'emicrania di tipo basilare spesso viene confusa con 'cervicale' in quanto accompagnata da dolori della nuca o anche della schiena. Anche quel mito popolae che la 'cervicale' (intesa come dolori muscolari a livello della colonna cervicale) causi vertigini è legata al fatto che molte 'cervicali' in verità sono emicranie che possono tipicamente essere precedute o accompagnate da vertigini. Per la terapia dell'emicrania basilare valgono gli stessi principi della terapia dell'emicrania in genere, di ottimizzare la terapia della fase acuta e di eventualmente iniziare una farmacoprofilassi se le crisi sono troppo frequenti, invalidanti o accompagnati da sintomi neurologici focali.
Domande e risposte