Crisi convulsive isolate

Circa 8 anni fa ho avuto un malore e sono stata portata in ospedale e ricoverata per 3 giorni. I miei genitori mi hanno sempre nascosto tutto dicendomi semplicemente che avevo avuto una crisi epilettica senza aggiungere altro.
Qualche giorno fa ho fatto di richiesta di una copia della cartella clinica e ho finalmente scoperto cosa mi è accaduto.

Storia clinica: crisi comiziale. Ricoverata alcuni giorni fa per aver presentato in pieno benessere, episodio di improvvisa perdita di coscienza, caduta a terra, tremori diffusi per circa 1 minuto. Tale episodio è stato preceduto da dolori epigastrici e aura. Amnesia retrogata.

Referto EEG: frequenza posteriore 10-12 c/s sveglia. Anomalie: tracciato di veglia e sonno spontaneo che mostra una buona organizzazione del sonno in associazione ad isolate anomalie caratterizzate da alcune punte ed onde lente sulle derivazioni fronto-temporale destro. Conclusione: Focolaio irritativo fronto temporale destro. Si consiglia controllo.

Mi ricordo che dopo un mese circa ho eseguito un altro elettroencefalogramma ma non ne conosco il risultato. Avevo 13 anni, ora ne ho 22, e so che la stessa cosa è successa anche a mia sorella maggiore a 5 e 18 anni. Potrei sapere cosa è successo? E’ un episodio che potrebbe ripetersi? Con quali conseguenze? E’ congenito?

Risposta:

E’ possibile che ci sia una predisposizione familiare ad avere crisi isolate, niente di più. Probabilmente dovrà magari solo evitare estremi deficit di sonno (il deficit di sonno è l'unico fattore ambientale influenzabile). Con crisi così isolate non si fanno terapie farmacologiche. L'EEG non è significativo, non indica niente (come spesso succede quando si tratta di crisi occasionali). 
Domande e risposte