E' epilessia?

Mia sorella di età 25 anni ha recentemente avuto una prima crisi epilettica durante il sonno. I miei genitori l'hanno portata a fare i vari esami da dei dottori, tra cui EEG e risonanza magnetica, tutti e due gli esami sono risultati negativi alla malattia.
Mia sorella di età 25 anni ha recentemente avuto una prima crisi epilettica durante il sonno. I miei genitori l'hanno portata a fare i vari esami da dei dottori, tra cui EEG e risonanza magnetica, tutti e due gli esami sono risultati negativi alla malattia. Durante le giornate, le prendono delle momentanee assenze di pochi secondi .
Alcuni dottori hanno detto che non si tratta di epilessia, altri invece hanno prescritto una cura farmaceutica. Esattamente tra la notte di venerdi e sabato è tornata un'altra crisi sempre durante il sonno ed un'altra tra la notte di mercoledì/giovedì scorsi. Un altro dottore invece vuole prescrivere delle pastiglie di ormoni (se è giusto utilizzare questo termine) per far tornare il ciclo che non ha ancora avuto. Io non ho nessuno in casa che soffre di questa malattia. Adesso abbiamo contatti con un neurologo che ci ha proposto una cura, comunque anche lui non è ancora sicuro, continua a dire che tutto è dovuto a stress nervoso e anche da un fatto di testa. Devo sottolineare che mia sorella ha un po' di esaurimento nervoso.
Le crisi "notturne" vengono una sola volta durante la notte. La crisi vista da me è così descritta: lamento, movimento degli arti del corpo (scosse elettriche), fuoriuscita della saliva, a finire un respiro affannoso rumoroso prolungato (tot. 1/2 minuti ); al risveglio un forte mal di testa. Queste sono crisi epilettiche?   Le mie domande sono : Secondo il mio racconto si può parlare di epilessia? Bisogna prendere dei farmaci per far guarire questa malattia?   Vi chiedo delle risposte perché  la notte è sempre un incubo per tutti noi della mia famiglia. vi ringrazio, distinti saluti.  

Risposta:

Con crisi ripetute nel sonno che si manifestano come lei ha descritto molto bene è molto probabile che sia epilessia. Se è epilessia, va trattata con farmaci anticonvulsivi, non ci sono alternative, altrimenti le crisi si ripetono. Il fatto che EEG e risonanza magnetica siano negativi non esclude l'epilessia, l'EEG è negativo nel 50% di tutte le epilessie. L'esaurimento nervoso può influire sulla frequenza delle crisi in quanto la mancanza di sonno le può provocare, ma da solo non è in grado di causare crisi epilettiche.
Domande e risposte