Epilessia o solo ipereccitablità dei neuroni?

Mia madre soffre di crisi epilettiche ed è in cura da tempo. Io sospetto di avere un disturbo di questa natura. Mi capita a periodi, e ormai da anni, a volte anche 3 o 4 volte al giorno, di avere delle strane e fastidiose sensazioni pur rimanendo cosciente.
Non capisco cosa accada quando si verifica e non sono in grado di collegarlo all'epilessia. Non ho più alcun senso del tempo (se sono a tavola non ho idea se è pranzo o cena), vedo la luce come alterata (indipendentemente dall'orario e dalla stagione mi sento quasi abbagliata, come in piena luce d'estate), a volte sento odori molto intensi e qualche volta mi trovo a deglutire ripetutamente senza motivo.

Se sto parlando non posso continuare perché non ho idea di cosa stessi dicendo un attimo prima. Sul lavoro mi è capitato, e mi sono trovata in forte imbarazzo. Sento la testa stranissima e provo una condizione di malessere forte, anche se dura, credo, per pochi secondi. Mi sembra di essere come in un sogno che prende il posto della realtà. Quando succede, a volte lo ricordo, non subito ma nei giorni a seguire. Non ho mai avuto convulsioni di alcun tipo. Quando però mia madre ha avuto una violenta crisi epilettica e le hanno spiegato in ospedale in mia presenza ciò che era accaduto e hanno parlato di crisi tipo assenza cui era soggetta in giovane età ho pensato subito a questi episodi. Se dovesse trattarsi di epilessia c'è il rischio che evolva in crisi più gravi con perdita di coscienza oppure se l'epilessia esordisce in forme così si può stare tranquilli? Reputa sensato parlarne col medico? Se dovessi fare qualche esame fuori dal periodo in cui accadono questi episodi (che non so assolutamente prevedere) c'è il rischio di non rilevare nulla? Come mi consiglia di agire? So inoltre che le cure possono fare molto male: in casi così limitati ha senso preoccuparsi e prendere farmaci?

Risposta:

È possibile che abbia un pochino di ipereccitabilità del sistema nervoso ereditata da sua madre. Ma non è detto: quelli che descrive sono sintomi un po’ poco specifici per classificarli come fenomeni di tipo epilettico. Sicuramente non è indicata nessuna terapia nel suo caso. Potrebbe eventualmente assumere regolarmente magnesio, tipo Mag2 bustine, una al giorno: stabilizza il sistema nervoso. Se non ha mai avuto fenomeni più espliciti e mai avuto perdite di coscienza, è poco probabile che li abbia in futuro. Infine, anche l'emicrania, pur senza mal di testa, può causare fenomeni simili. Per pura curiosità potrebbe fare un EEG, anche se negativo per fenomeni epilettici potrebbe visualizzare una certa ipereccitabilità, oppure potrebbe essere completamente normale (come sono normali in assenza di crisi anche molti EEG di persone che soffrono di epilessia).
Domande e risposte