Tremore essenziale e stress emotivo

Sono un ragazzo di 40 anni, che si occupa di politica, che da diversi anni accusa un problema e si è deciso solo ora a consultarsi con un neurologo chiedendo un visita al Reparto Universitario di Neurologia. 
Il problema a parere del neurologo è di natura ansiosa e non come avevo erroneamente ipotizzato io, cioè relativo al “tremore essenziale”.

Premetto di non soffrire di ipertiroidismo.

Il tremore essenzialmente alle mani si presenta infatti solo unitamente a situazioni di stress emotivo (es. firmando durante un importante accordo, o dovendo bere un bicchiere d’acqua mentre relaziono di fronte ad un certo numero di persone e simili situazioni).

Tolta però la condizione di stress emotivo, riesco benissimo a compiere tutte le azioni di micro movimenti senza alcun problema.

Devo comunque ammettere che generalmente sono un soggetto ansioso. Tuttavia ci sono dei periodi in cui l’ansia si manifesta in maniera più stressante, in relazione a determinate situazioni fonti di stress e preoccupazione, e in altri in maniera più tollerante se non impercettibile.

Non credo che si tratti di ansia patologica, in quanto oltre ai sintomi già descritti non influisce più di tanto nel compromettere la mia qualità di vita. Tuttavia mi causa un forte disagio sociale.

Nei periodi peggiori, mi può capitare al massimo di avere delle palpitazioni passeggere o battiti accelerati, talvolta anche con extrasistole, che si manifestano durante la notte, facendomi ovviamente svegliare ma che dopo un po’ spariscono e ritorno a dormire. 

Ovviamente parlo di periodi particolarmente stressanti per via di situazioni che inducono a preoccupazione, che possono capitare qualche volta ma non in maniera ordinaria. 

Credo che anche il caffè giochi la sua parte nell’accrescere lo stress durante certe situazioni. Per questo cerco di eliminarlo, anche se non mi riesce facile per motivi di vita sociale, o almeno di sostituirlo con il decaffeinato. 

In oltre ho provato anche a prendere l’abitudine di prepararmi delle tisane sotto forma di infuso con dei preparati dell’erborista a base di diverse erbe (camomilla, valeriana, biancospino, e simili). Ho purtroppo perso questa abitudine, forse anche perché mi sembravano acqua fresca. Magari perché a quelle erbe essiccate chiuse in barattoloni poteva anche succedere di perdere col tempo le loro proprietà, ho pensato, e che forse era preferibile, se proprio fosse stato utile assumere quelle sostanze naturali, che le assumessi sotto altra forma. 

Il neurologo ha pensato che si trattasse di tremore ansioso piuttosto che tremore essenziale. 

Mi ha consigliato, dunque, di provare ad assumere giornalmente, e non occasionalmente, perché così è più sicuro che possa avere benefici, alcuni prodotti sempre para-farmaceutici, trascurando però di essere molto esaustivo. Anche perché avevo personalmente chiesto che non mi prescrivesse farmaci che potessero essere un po’ più agressivi e che soprattutto potessero causare effetti indesiderati o intolleranze di vario tipo, tenendo anche conto di non compromettere la vita professionale. 


Mi ha consigliato dunque:

1. Sedatol (precisando che potevo benissimo sostituirlo con prodotti simili che magari avrei potuto preferire).
Ne ho trovati anche altri di prodotti simili, sui quali chiedo un Vostro parere magari aiutandomi a capire quale possa essere il più appropriato, e vale a dire:

2. Lenicalm (composto da erbe diverse rispetto al 1°. Ma con effetti quasi simili)

Oltre a prodotti tipicamente erboristici come Gelsenium o Fiori di Bach…

3. Dolisobios

4. Seriane (mi è sembrato, forse, quello più adatto al mio caso)


Vi sarei infinitamente grato se mi aiutaste a scegliere il prodotto più adatto al mio caso, magari solo per iniziare ad approcciare terapeuticamente il mio problema. 

Risposta:

Nella classificazione neurologica dei tremori non esiste la voce "tremore ansioso". Esiste la voce "tremore essenziale" che tipicamente può essere stimolato da stati ansiosi. In genere, se intermittente e altrimenti non arreca disturbo, un leggero tremore essenziale non necessita di nessuna terapia. Oppure potrebbe usare un beta-bloccante a basso dosaggio al bisogno solo in situazioni di carica emotiva in cui si manifesta il tremore. Quei prodotti erboristici sono più che altro dei placebo.