Tremore essenziale - massaggi?

Ho letto da qualche parte che dei massaggi possono aiutare. Se è vero quali tipi di massaggi, e a chi mi dovrei rivolgere? Ho 34 anni, per poco tempo ho preso dei medicinali prescritti da un medico (non so dire quali perché ho buttato tutto, dal nervoso) che mi causavano sonnolenza, ma nei momenti in cui dovevo stare tranquillo, forse ero più agitato e le mani mi tremavano ancora di più.
Solo ora mi sono deciso a cercare su internet (tremolio alle mani) e ho riconosciuto il mio problema da alcune spiegazioni scritte da altre persone. Penso di avere questo disturbo da quando avevo circa 25 anni, ma era molto meno frequente (tipo una volta all'anno) e lo associavo sempre a qualcosa che mi capitava nei giorni vicini (uno spavento, un litigio, o qualcosa di importante da affrontare). Man mano che passa il tempo il tremore è sempre più frequente e non ho quasi mai un motivo valido per essere agitato. Ogni volta che mi devo incontrare con una persona per parlare di qualcosa di importante (specialmente di lavoro) parto già con l'agitazione (quasi come stessi andando ad imbrogliare, impossibile solo da pensare). In questi casi non riesco ad andare al bar a prendere un caffè (impossibile tenere un bicchiere in mano e accostarlo alla bocca senza tremare), mi trema la voce e non connetto più, anche se mi parlano sono più preoccupato che non si accorgano del mio problema. Mi fa stare più tranquillo un locale notturno magari poco illuminato e sto meglio dopo un bicchiere di vino. A parte il lavoro, mi capita anche quando vado a cena con nuove amicizie, specialmente con le ragazze con cui non ho avuto mai grossi problemi di dialogo, ma è proprio una questione di impatto iniziale, comunque fastidioso perché posso rimanere agitato anche per qualche ora. Non parlo mai a nessuno del mio problema, ma voi mi siete stati d'aiuto.

Risposta:

I massaggi non servono essendo l'origine del tremore nel cervello. In casi come i suoi (del resto classico per quanto descrive la facilitazione per stati ansiosi e il beneficio da basse quantità di alcoolici), un betabloccante a dosaggi moderati, eventualmente solo in certe occasioni, spesso fa miracoli, il tremore non scompare completamente, ma diventa molto più sopportabile.