Ischemia cerebrale: nuova terapia

Sta guadagnando molto credito l’ultima modalità di terapia dell’ischemia cerebrale (ictus, stroke): la trombectomia endovascolare tramite catetere introdotto al femore o braccio che poi viene avanzato fino alle arterie cerebrali dove rimuove direttamente il coagulo ostruttivo.

E’ una terapia in giro da anni e nelle mani finora di solo alcuni neuroradiologi esperti (in quanto sono loro a spingere tradizionalmente cateteri verso il cervello facendo le angiografie cerebrali), ma ha finora avuto poco successo.
Continua...

Le 5 pratiche da evitare in Neurologia

L’Accademia Americana di Neurologia (American Academy of Neurology) e la fondazione statunitense ABIM che promuove la professionalità nel campo medico hanno pubblicato, nell’ambito della loro campagna “Choosing Wisely” (“Scegliere bene” ), una lista di cinque pratiche da evitare in Neurologia. Continua...

Agomelatina (Thymanax e Valdoxan): la melatonina truccata


thymanaxvaldoxan

Un abile marketing continua a p roporre l’agomelatina (Valdoxan, Thymanax) come antidepressivo con pochi effetti collaterali e buona efficacia. Il suo effetto sarebbe immediato e la sua azione non avrebbe il ritardo che hanno tutti gli altri antidepressivi. Avrebbe infine una buona efficacia anche nel migliorare il sonno, spesso disturbato nelle depressioni.
Continua...

Fibromialgia: terapia farmacologica

a cura del Dr. Reinhard Prior - Specialista e Docente di Neurologia

Studio di Neurologia Roma
Studio di Neurologia Bari

La fibromialgia è caratterizzata da dolori muscolari diffusi e stanchezza in assenza di alterazioni patologiche a livello del muscolo e in assenza di segni di infiammazione. È dovuta ad un'alterata percezione sensitiva con un abbassamento della soglia di dolore. Colpisce soprattutto le donne e causa anche insonnia, senso di rigidità muscolare al risveglio, cefalea e parestesie agli arti. Ultimamente vengono considerate anche le alterazioni cognitive associate alla fibromialgia, come il senso di 'mente annebbiata - Fibrofog' con difficoltà di concentrazione e di memoria, che probabilmente sono conseguenti ai disturbi del sonno e alla sofferenza cronica dovuta al dolore. Continua...

Emicrania e depressione

Che tra emicrania e depressione ci sia un legame è esperienza comune di chi si occupa dei due disturbi. E’ spesso l’emicrania stessa a causare fragilità emotiva, stati ansiosi e altri sintomi depressivi che molte volte si limitano al periodo delle stesse crisi di emicrania e scompaiono completamente negli intervalli tra una e l’altra.Continua...

Emicrania: diagnosi facile

L'emicrania è la più importante forma di cefalea invalidante ed episodi acuti di emicrania spesso scatenano una serie di interventi sanitari (pronto soccorso, ricovero, risonanza magnetica, TAC, Doppler), fondamentalmente inutili quando la diagnosi di emicrania è certa. La grande maggioranza delle persone con emicrania non presenta alcuna alterazione negli esami e la diagnosi di emicrania è basata sui sintomi e non sul risultato di particolari esami strumentali o di laboratorio. Un'analisi di letteratura pubblicata oggi su JAMA (Giornale dell'Associazione Medica Americana) sottolinea di quanto in fondo sia facile la diagnosi di emicrania.Continua...